Xhack

Un forum dedicato all'hacking
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividi | 
 

 Un po'di PHP non guasta...

Andare in basso 
AutoreMessaggio
darkjoker
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 813
Data d'iscrizione : 30.07.07

MessaggioTitolo: Un po'di PHP non guasta...   Ven Ago 17, 2007 4:13 pm

In questo tutorial vi introdurrò nel mondo del PHP, il PHP è il primo linguaggio di programmazione che affronteremo, dopo autoit. Il PHP è stato creato per rendere dinamica una pagina web, che altrimenti sarebbe statica e noiosa.
Innanzitutto vi serve un programma che faccia da editor di testo e da localhost. Infatti per vedere l'effetto di una pagina PHP non basta, come nell'HTML, creare la pagina e caricarla, ma bisogna caricarla su un server e da essa guardarla. Per non creare un server sul ostro computer alcuni programmi creano un localhost, un server locale che vi farà vedere l'effetto del PHP. Io vi consiglio PHPed5 ma purtroppo è solo una demo, ma ne potrete trovare tanti altri free cercando con google 'editor PHP' o simile.
Ok, adesso che avete un programma cominciamo ad analizzare i modi per inserire del codice PHP n una pagina HTML:

Codice:

<php>

oppure:

Codice:

<script>
[istruzioni php]
</script>

Purtroppo la prima forma a volte non viene riconosciuta quindi vi consiglio di usaer la seconda forma.
Ogni istruzione in php viene eseguita una di seguito all'altra, ognuna separata da un punto e virgola.

Vediamo di scrivere un testo con un comando php (nota: d'ora in pooi non utilizzerò più i tag per inserire del codice php ma per il corretto funzionamento voi mettetele sempre, ok)

Codice:

echo "Questa riga è stata scritta in PHP";

Avete quindi notato che per inserire un testo si usa l'istruzione echo, seguita dal testo tra virgolette e dalla fine dell'istruzione, il punto e virgola.

Le variabili:

Una variabile viene introdotta più o meno come in autoit, quindi la variabile verrà introdotta da $, il teesto non dovrà mai contenere spazi o altri simboli a eccezzione dell'underscore (_). Potranno eserci solo cifre e lettere, il primo carattere dovrà essere per forza una lettera e c'è la distinzione tra maiuscole e minuscole.

Codice:

$a = 1;
$b = 2;
$c = $a + $b;
echo $c;

Naturalmente sulla pagina verrà scritto 3: si introduce la variabile $a che ha come valore 1; si introduce la variabile $b che ha come valore 2; viene introdotta la variabile $c che ha come valore $a + $b, ovvero 3 (2 + 1); viene dato l'ordine di scrivere $c.
Avrete notato che anche quando vengono introdotte le variabili viene applicato il punto e virgola.
Per dare alle variabili un valore formato da stringhe di caratteri bisogna inserire il testo tra virgolette semplici ('') o doppie ("") proprio come in autoit.
Riporto qua sotto alcuni operatori di confronto:

Operatore Significato Vale per

== Uguale a numeri e stringhe
!= Diverso da numeri e stringhe
> maggiore di solo numeri
<minore>= magg o = a solo numeri
<= min o = a solo numeri

Introduciamo ora if per spiegare gli operatori di confronto:

Codice:

$a = 1;
$b = 2;
if ($a != $b)
   echo "$a è divero da $b!!!";

avete notato che nel PHP non si usa then e endif e non si usa il punto e virgola dopo la condizione if e le condizioni vengono racchiuse tra parentesi.
Questo script in poche parole verifica se $a è diverso da $b e se ciò è vero allora scrive $a è diverso da $b!!!. Tutto chiaro?
Bene, ora introduciamo else, che già abbiamo visto sempre con autoit:

Codice:

$a = 1;
$b = 2;
if ($a == $b)
{
   echo "$a e $b sono uguali"<br>;
   echo "$a e $b non sono diversi!!!";
}
else
{
   echo "$a e $b sono diversi"<br>;
   echo "$a e $b non sono uguali!!!";
}

Se in base a una condizione devono essere eseuite più istruzioni queste vengono racchiuse all'intern delle parentesi graffe {}.

While
Il ciclo while è un ciclo che abbiamo già visto su autoit e che ripete un'istruzione per un numero infinito di volte, ma come su autoit anche qua esiste un modo per interromperlo, ovvero l'istruzione break, vediamo:
ah tra l'altro introduco anche l'istruzione random , che genera un numero casuale tra due scelti dall'utente es: rand (1, 10)

Codice:

while 1 = 1
{
   $random = rand (1, 5);
   echo $random<p>;
   if ($random == 4)
      break;
}

In questo caso non esiste la funzione wend come in autoit ma tutto ciò che deve essere eseguito è compreso tra le parentesi graffe come in if.

Analizziamo lo script: finchè 1 è uguale a 1 (sempre) viene generato un numero random compreso tra 1 e 5 e viene scritto, se il numero generato è 4 allora esce dal ciclo altrimenti continua.

Le funzioni

Una funzione è un insieme di istruioni che vengono scritte e poi richiamate in alcuni punti dello script:

Codice:

function linea separazione ()
{
   echo <br>;
   for ($i = 1; $i <= 40; $i = $i + 1)
   {
      echo "-";
   }
   echo <br>;
}
echo "ciao";
linea separazione ()
echo "questa scritta è compresa dal richiamo di due funzioni uguali";
linea separazione ()

Per creare una funzione si utilizza l'istruzione function seguita dal nome della funzione e poi da ().
Tutto ciò che è compreso tra le due parentesi graffe sarà parte della funzione.
Avrete notato l'introduzione di:

Codice:

for ($i = 1; $i <= 40; $i = $i + 1)
{
   echo "-";
}

Cosa vorrà mai dire? E' presto detto, un ciclo for è una specie di ciclo while che si ripete per un tot numero di volte, esso è composto così: for (dichiarazione variabile; numero che deve raggiungere la variabile prima che il ciclo si interrompa; numero da aggiungere alla variabile ogni volta che finisce un ciclo), in poche parole si dichiara la variabile e si decide quale deve essere la sua cifra prima di interrompere il ciclo e poi si dice quanto aggiungere ogni volta. in questo caso $i (la variabile) ha valore 1 e il ciclo si ripeterà finchè il valore di $i non sarà minore o uguale a 40 e ogni volta che verrà scritto - al valore $i precedente verrà aggiunto 1 ($i = $i + 1) Non so se mi sono spiegato bene in quest'ultimo pezzo, per chi non capisse chieda pure su questo topic.
Bene, se avete capito allora andiamo avanti: quando viene creata una funzione le cose che la compongono non si realizzano finchè non viene scritto in un pezzo seguente della pagina il nome della funzione (in questo caso linea separazione ()). Quindi queto script avrà il seguente aspetto:

ciao
----------------------------------------
questa scritta è compresa dal richiamo di due funzioni uguali
----------------------------------------

Tutto chiaro? Beh penso che ormai abbiate capito abbastanza di PHP quindi vi lascio liberi di creaer le vostre prime pagine in PHP (che dovrete salvarle in formato .php, naturalmente)
Ultima cosa: avrete notato che molte istruzioni del php sono simili a quelle di autoit, è per questo che vi abbiamo proposto in primo luogo autoit e adesso vi sottoponiamo le basi di altri linguaggi, proprio perchè autoit è semplice e contiene comandi molto simili a tutti gli altri linguaggi.
Ah, dimenticavo, per chi conosce bene l'inglese risulterà più facile capire i comandi visto che essi sono scritti quasi tutti in inglese, quindi un consiglio che posso darvi è quello di studiare l'inglese anche se a qualcuno può sembrare noioso ma invece è importantissimo per la programmazione e l'hacking, proprio come lo è la matematica. Approfondite molto queste due materie perchè vi torneranno sempre più utili man mano che approfondiremo l'arte dell'hacking.
Ok, ora vi lascio veramente, ciao

darkjoker

_________________
L'unico computer sicuro, è un computer spento.

Nel software esiste sempre almeno un bug, generalmente è localizzabile tra la tastiera e la sedia

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
Un po'di PHP non guasta...
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Xhack :: Programmazione :: HTML/PHP/Javascript-
Vai verso: